Porzione per 4 persone

Ingredienti:

  • malloreddus 320 g
  • salsiccia 300 g
  • passata di pomodoro 200 g
  • pomodoro a pezzi 150 g
  • olio extravergine d’oliva
  • carote 2
  • cipolla
  • peperoncino
  • sale
  • pecorino stagionato sardo

1 Tritiamo finemente la cipolla e tagliamo a piccoli dadini le carote. Predisponiamo sui fornelli una padella e lasciamola scaldare. Versiamo l’olio extravergine d’oliva e una volta ben caldo deponiamoci il “trito” di carote e cipolla, il peperoncino e lasciamo appassire il tutto. Aggiungiamo la salsiccia a pezzetti (dopo aver tolto la pelle che la avvolge) e facciamola cuocere a fuoco lento. A questo punto aggiungiamo il pomodoro a pezzi e la passata. Sfumiamo con un bicchiere di vino rosso Cannonau e per finire aggiungiamo il sale. Lasciamo cuocere a fuoco lento per almeno due ore.
2 Mezz’ora prima che il sugo sia pronto mettiamo sul fuoco una pentola con abbondante acqua e portiamola ad ebollizione, saliamola. Versiamo i malloreddus. Un paio di minuti prima del tempo consigliato, li scoliamo e completiamo la cottura, a fuoco acceso, nel sugo. Questa fase si chiama “mantecatura” e sarà  perfetta se aggiungiamo un po’ di acqua con la quale abbiamo cotto i nostri malloreddus e del pecorino stagionato sardo grattuggiato.
Serviamoli con una spolverata di pecorino e un filo d’olio extravergine d’oliva a crudo.

Articoli correlati

Sorry, nothing here!